domenica 21 novembre 2010

Amleto, tappeti e altre storie...



Il titolo, un pò d'effetto a dire il vero, è il sunto di alcune cose che sto' realizzando e altre che sono andata a vedere: sull'Amleto di Shakespeare si basa la piece teatrale interpretata e diretta da Filippo Timi "Il popolo non ha il pane? Diamogli le brioche!".
Ho assistito all'ultima rappresentazione data a Genova presso il Teatro della Tosse, che si trova all'ombra della Chiesa di Sant'Agostino nella piazza Negri su cui si affaccia il Museo di Sant'Agostino con il suo meraviglioso chiostro triangolare...Attraversando questo scenario fiabesco non è difficile immergersi in un'atmosfera che ti introduce alla magia teatrale, in particolare il testo rappresentato aveva un che di surreale: si basava sul celebre dramma shakespeariano ma con notevoli varizioni sul tema. Il protagonista, Amleto, è stufo del suo ruolo di recitare se stesso sera dopo sera, cerca di uscire dal proprio cliche' di personaggio tormentato e incerto, di "risolversi" (si direbbe oggi prendendo a prestito un termine da psicologia spicciola) ma ahilui non ci riesce! Sembra tirato dentro la sua storia da un senso di ineluttabilità e soprattutto dalle donne della sua vita che lo avviluppano e lo sopraffanno con una forza che lui non ha: bellissimo il dialogo con Ofelia quando (tra una lunghissima serie di baci...la mia collega venuta a vedere il bell'attore spasimava!!) Amleto afferma che non potrà mai dare ad Ofelia o chiunque altro l'amore che questa vorrebbe perchè lui non ne ha abbastanza per potersi concentrare su altri che su stesso! E' uno spettacolo che vale la pena di vedere non foss'altro che per l'enorme bravura degli attori... Passando ai tappetti del titolo, in realtà è uno solo e mi basta : quello per la mia stanza, desideravo comprarmi uno scendiletto da tantissimo tempo fino a che non ne ho visto uno bellissimo su Mani di Fata di quest'estate e ho deciso che sarebbe stato mio. Quale stagione per ricamare a punto croce con la lana, migliore di questo piovosissimo autunno? Così eccomi a buon punto... e infine, non me ne voglia Lo per il mio ritardo, ho portato avanti il SAL Chocolat, credo unendo la terza e la quarta tappa.. non vedo l'ora di portarlo al corniciaio perchè me gusta mucho! (le lezioni di spagnolo iniziano a farsi sentire :):)) Buona domenica,
Mery

3 commenti:

Loredana ha detto...

Ciao Mery, bel post e belle foto di Zena ;-)
Un bacio, Lò

Manuela ha detto...

... quando il gatto non c'è i topi ballano !!!
baci
Manu

verderame ha detto...

meraviglioso lo scendiletto ed mi chiedo se avrai il coraggio di metterci i piedi e per il teatro e le belle immagini che ci regali non ci sono parole, ciao Marina