domenica 6 maggio 2012

Milano...

Lo scorso fine settimana è stato dedicato al nutrimento dello spirito... lo so che può sembrare un'espressione sdolcinata o esaltata ma è la verità: ogni tanto mi capita di sentire la necessità di riempirmi gli occhi e la mente di cose belle...
Alla ricerca di questo sono partita alla volta di Milano che riserva sempre delle sorprese e nasconde molto bene le sue ricchezza dietro un'aria di efficenza, modernità e un certo distacco...
E infatti in un quartiere con palazzi alti non più di tre piani svoltando l'angolo siamo entrati in una Chiesa piccina picciò...
La Chiesa di San Maurizio al Monastero Maggiore che era stata edificata al centro di uno dei più antichi monasteri di Milano affidato ad una congregazione benedettina femminile: è divisa in due da un muro che non arriva fino al soffitto. Da un lato c'è la Chiesa aperta al pubblico e dall'altro lato la parte riservata alle suore di clausura che vivendo in convento non avevano più contatto con il mondo e così il mondo era stato riprodotto per loro sui muri laterali: bucolici paesaggi intervallati dalla storia dell'umanità a partire dal diluvio universale...
Continuando a camminare dopo una  doverosa visita al museo archeologico cui si accede dal chiostro, in gran parte demolito, del monastero la passeggiata è continuata fino alla Chiesa di Sant'Ambrogio...
 
 
 Fino ad arrivare ai navigli: caratteristici alla luce del sole...
 ...intriganti di notte..
Ma anche il Duomo e la galleria sono suggestivi in una notte profumata e piena di atmosfera...
 
Un altro gioiello la cui esistenza mi era (ahimè!) sconosciuta era la casa Museo Poldi Pezzoli nel pieno centro di Milano in Via Manzoni. Chi avrebbe creduto che vi fosseroconservati dei veri tesori della pittura rinascimentale come quadri del Botticelli, del Pollaiolo, di Mantegna e poi una varietà di armi d'epoca, di orologi, smalti, cineserie...
 
 

e da lì il passo per la Scala era così breve che, anche sotto una pioggia battente, non era proprio possibile resistere alla tentazione.
 Così eccomi ad ammirare gli stucchi, le luci i drappeggi di luoghi sacri: per chi ama l'opera e la musica.
 Il Palcoscenico calcato da grandi cantanti, dai direttori d'orchestra...
 
E poi io.

2 commenti:

Angela ha detto...

Ciao Mery, ci hai fatto fare un bel viaggio, stavolta, a Milano!Anch'io come te apprezzo questa città.......che è molto bella! Ancora non sono stata al museo Poldi Pezzoli e devo recuperare......i piccoli (per così dire) musei sono quelli che riservano sempre molte sorprese! E che belli i navigli! Grazie per questo tour.....! :)

✿ Elena ✿ ha detto...

che bella gita! piace anche a me ogni tanto riempirmi gli occhi e la mente di cose belle!
Baci Baci